Tatuaggi colorati

Anche se tradizionalmente i tatuaggi venivano realizzati utilizzando quasi esclusivamente il nero ed il blu scuro, oggi in commercio è disponibile una enorme gamma di inchiostri che permette di creare tatuaggi colorati con qualsiasi tonalità desiderata.

Senza dubbio il tipo di disegno da riprodurre influenzerà molto la scelta tra tatuaggi colorati o in bianco e nero, perché alcuni tattoo rendono oggettivamente meglio se vengono colorati, come ad esempio fiori o animali, mentre altri si prestano meglio all’utilizzo del nero, come i tatuaggi tribali, anche se alla fine il gusto personale prevale su ogni considerazione. A seconda dello stile prescelto, sarà consigliabile l’utilizzo del nero, o del colore, o anche un uso differente dei colori stessi.

Ad esempio, scegliere lo stile di tatuaggi New School significa in genere ottenere un tatuaggio colorato brillante ed acceso e dai volumi rilevanti, dati dalle sfumature e dalle colorazioni, che gli conferiscono un aspetto meno piatto rispetto allo stile Old School che si avvaleva di una palette di colori molto più limitata.

view
Clicca qui per vedere i tatuaggi

I tatuaggi colorati sono presenti in molti stili

Anche la tecnica Giapponese predilige colori e tonalità molto vivaci, poiché con questo stile vengono realizzati disegni molto grandi e particolareggiati, con soggetti ricchi di dettagli e sfumature. Allo stesso modo, il colore è molto usato per i disegni in stile di tatuaggio realistico, che per riprodurre il reale si avvale molto di colorazioni e sfumature, e lo stile Cartoon, che si caratterizza per le linee molto spesse ed i colori molto accesi.

Quasi un must, poi, l’utilizzo del colore nello stile Watercolor, dove, grazie alla quasi totale assenza di linee nere di contorno, la stesura del colore risulta più evanescente e sfumata realizzando un tatuaggio colorato di grande delicatezza. Infine, va sfatato il mito secondo il quale i tatuaggi colorati tendono a sbiadire più facilmente rispetto a quelli neri.

In realtà, tutti i tatuaggi tendono nel tempo ad avere una minima perdita di colore, sia per ragioni soggettive come la tipologia della pelle, sia per ragioni oggettive come la qualità degli inchiostri utilizzati e la bravura del tatuatore, per non parlare del fatto che prendersi cura del proprio tatuaggio sembra un fatto scontato ma sono moltissimi quelli che non lo fanno. L’unica differenza è che sul tatuaggio colorato si noterà di più rispetto alla stessa perdita su un tattoo nero solo per una questione di percezione dell’occhio, che rileva maggiormente l’intensità dei colori brillanti.

La crew del Subliminal Tattoo Family

I tattoo artist guest del Subliminal Tattoo Family

Alessandro Evola
Guest - Tattoo Artist

Seguici su