Copertura tatuaggi

Molti possono essere i motivi per cui una persona desideri coprire un tatuaggio: il tattoo non piace più, si è rovinato nel tempo o è stato eseguito male, non risponde più alle proprie esigenze o alla propria situazione attuale, e molti altri motivi personali. Di fronte alla volontà di cancellare un disegno dal proprio corpo, le possibili alternative sono fondamentalmente due: o ricorrere al laser, o effettuare la copertura del tatuaggio.

Il laser per la copertura tatuaggi: ne vale la pena?

Il ricorso al laser per la copertura tatuaggi è un procedimento molto costoso, lento, doloroso e non garantisce un risultato ottimale, poiché molto spesso rimane comunque un alone di colore (il cosiddetto effetto “ghost”), soprattutto quando il tatuaggio da cancellare era ricco di pigmento nero. Il procedimento, come detto, è molto più doloroso di un tatuaggio, e nella maggior parte dei casi sarà necessario praticare qualche ora prima del trattamento un bendaggio occlusivo con una crema anestetica. I tempi per la rimozione sono lunghi, e dipendono essenzialmente dalla dimensione, dalla quantità e dal tipo di colori da rimuovere, dalla profondità a cui si è inoculato l’inchiostro e dall’età del tatuaggio. Generalmente per rimuovere tatuaggi neri occorrono molte sedute, almeno 4 o 5, distanziate nel tempo di almeno un mese e mezzo, sempre che il tatuaggio possa essere trattato tutto in un’unica seduta, altrimenti i tempi si dilatano di conseguenza. Un processo di rimozione può arrivare a costare davvero tanto, perché è indispensabile, affinché non rimangano cicatrici, affidarsi ad un professionista del settore.

Copertura tatuaggi o cover up: cos’è?

Meglio allora ricorrere alla cosiddetta cover up, o copertura tatuaggi, che consiste appunto nella copertura di un tatuaggio preesistente mediante la realizzazione di un nuovo tattoo che vi si sovrappone. Si può dire che la copertura dei tatuaggi rappresenti uno stile a sé nel mondo del tattoo, perché richiede competenze ed abilità specifiche, e soprattutto una grande creatività, necessaria per trasformare il soggetto di un tattoo in un disegno completamente diverso, o per arricchirlo, ridisegnarlo o includerlo nel nuovo tatuaggio. Infatti, il nuovo tattoo andrà studiato nei minimi dettagli e creato appositamente in base alla forma e al colore del vecchio, in modo che le parti più marcate, scure e piene del nuovo tattoo riescano a nascondere completamente i tratti di quello esistente, o, nel caso in cui il vecchio tatuaggio rimanga a far parte del nuovo disegno, che si crei qualcosa di armonico ed uniforme. La possibilità di effettuare una copertura integrale del vecchio tatuaggio, o per essere più precisi una perfetta mimetizzazione, dipenderà anche dalle dimensioni, dalla colorazione e dall’ubicazione del tattoo. In questo senso, il nuovo disegno dovrà necessariamente essere più grande e colorato o sfumato di quello precedente. Spesso la scelta di un nuovo soggetto da disegnare è piuttosto ristretta, per i limiti appena descritti, ma un bravo professionista saprà studiare come effettuare la copertura del tatuaggio con un nuovo disegno in modo creativo regalando al cliente un tatuaggio tutto nuovo e ben fatto.

Copertura tatuaggi. Che colori posso scegliere?

Quanto ai colori, quando si tratta di coprire un tatuaggio nero la scelta è piuttosto limitata: nero, blu profondo, deep purple, o verde molto scuro… insomma, colori scuri o poco meno intensi del nero stesso. Viceversa, il bianco o i colori molto accesi di solito presentano degli inconvenienti. Il bianco, in particolare, può anche dare un risultato soddisfacente al momento, ma tende a scomparire del tutto dopo 3-6 mesi, e questo vale anche per i colori simili al pigmento della pelle. Per quanto riguarda i colori accesi, invece, tipo il fucsia o il rosso brillante, va considerato sempre il colore di partenza del tatuaggio colorato sottostante: il pigmento del nuovo tattoo, infatti, si trova ad interagire con quelli già presenti sotto la pelle, con la possibilità di ottenere una tonalità diversa da quella desiderata, come quando si mischiano i colori su una tela. Per tutti questi motivi, la copertura del tatuaggio va ponderata attentamente, anche perché è estremamente difficile che si possa poi coprire nuovamente!

La crew del Subliminal Tattoo Family

I tattoo artist guest del Subliminal Tattoo Family

Alessandro Evola
Guest - Tattoo Artist

Seguici su